Webcam di Montenero di Bisaccia

Webcam provincia di Campobasso Webcam
MeteoInMolise 2 Gennaio 2017
visibility2136 Visualizzazioni

Webcam di Montenero di Bisaccia

Webcam di Montenero di Bisaccia


Webcam di Montenero di Bisaccia

La webcam di Montenero di Bisaccia, posta nei pressi del casello autostradale Vasto Sud/ Montenero, ci permette di tenere sotto controllo il tempo in atto nei pressi della costa, in un tratto importante in quanto di passaggio dall’Abruzzo al Molise. 

Montenero di Bisaccia, la storia:

Montenero di Bisaccia, comune di circa 6000 abitanti in provincia di Campobasso, è uno dei principali centri marittimi del Molise, insieme alla sua Marina. Presumibilmente ha avuto origine dal villaggio di Bisaccia, del quale ha mantenuto il nome ed i cui resti sono ancora in parte visibili a circa un chilometro dall’abitato attuale. A seguito delle invasioni barbariche il villaggio fu abbandonato e gli abitanti si rifugiarono dapprima in alcune grotte del luogo per poi spostarsi su una collinetta poco distante che veniva chiamata “Monte Nero” a causa della fitta boscaglia. Fino al 1790 era ancora facente parte dell’Abruzzo Citerione, sino poi a passare con il Molise.

Territorio e tradizioni

Il centro collinare è a ridosso del mare e del fiume Trigno. Il territorio di Montenero di Bisaccia varia in altitudine dai 273 metri del centro abitato al livello del mare della spiaggia della Marina di Montenero. Il clima è caratterizzato da inverni miti, con sporadiche nevicate quando le irruzioni provengono da est, e da estati calde e secche.Una curiosità del comune è quella di appartenere a due prefissi telefonici differenti: mentre quasi tutto il comune ha come prefisso 0875, una piccola area, oltre il Trigno di 7,4 km², dove si trovano la zona industriale e la marina, ha come prefisso 0873.  Forte della notevole estensione territoriale (circa 10.000 ettari) e della posizione geografica, l’agricoltura è da sempre una risorsa fondamentale per l’economia locale. Le coltivazioni principali sono cerealicole, viticole e ortofrutticole. Di notevole valore anche l’olio prodotto in tali territori. Dagli anni ottanta, inoltre, si è man mano sviluppata l’industria tessile, formata sia da piccole che da medie imprese. Il settore, attualmente in crisi per una notevole “delocalizzazione” dei laboratori, è controbilanciato da quello del turismo, in espansione sia sulla costa che nell’entroterra sotto forma di agriturismo.

Tag:
Articolo Precedente