vortice polare

Vortice Polare Stratosferico. Da lui dipendono le sorti dell’Inverno

Il Vortice Polare Stratosferico non se la passa affatto bene

Il Vortice Polare quest’anno appare estremamente disturbato. Le vicende  del tempo alle medie latitudini sono legate direttamente al Vortice Polare e il suo “stato di salute” è importante  per il tempo anche in Italia.

Che cos’è il Vortice Polare?

Si tratta di una ampia ruota di venti in quota che gira in senso antiorario nell’emisfero Nord, circumnaviga la terra ed ha il suo baricentro sul Polo. Per questo motivo assume la denominazione di vortice. Al suo interno è presente dell’aria relativamente più fredda rispetto alla massa d’aria delle latitudini sub tropicali. Nella zona di interferenza tra queste due masse d’aria, laddove i contrasti sono accesi si generano le perturbazioni.

Quando il vortice polare è forte, c’è una netta divisione tra l’aria fredda e calda. Di conseguenza le irruzioni fredde sono meno probabili e limitate. Quando è debole avviene il contrario. 

Gli anticicloni si muovono verso Nord sospingendo aria calda verso le alte latitudini; l’aria fredda invece si spinge di conseguenza verso le medie latitudini.

Lo scorso anno abbiamo osservato un Vortice Polare molto forte. Quest’anno invece la situazione appare ben diversa, sia in stratosfera  che in troposfera.

Possiamo quindi rimarcare che il Vortice Polare non sta affatto bene. Ha subito disturbi imponenti causa impulsi d’aria calda provenienti dai piani bassi dell’atmosfera.

Mancando un Vortice ben strutturato a tutte le quote, peraltro così disturbato, difficilmente avremo una ripresa delle correnti zonali e quindi della tipica circolazione atlantica. Più probabile che si vada avanti a strappi, con altre occasioni per incursioni fredde Polari o Artiche.

Per questo è ragionevole pensare che l’Europa e, quindi l’Italia, possa vivere un inverno più movimentato dell’anno scorso.

Le webcam meteoinmolise e le previsioni tutti i comuni del Molise.