Guidare su fondo innevato o ghiacciato: alcuni consigli

Novità Varie
Annibale 17 Gennaio 2019
visibility807 Visualizzazioni

Guidare su fondo innevato o ghiacciato: alcuni consigli

Spesso siamo abituati a viaggiare e quindi a guidare su fondi stradali asciutti o bagnati, non immaginando quanto è pericoloso il ghiaccio o la neve e non solo quella con uno strato di ghiaccio alla base: basta anche quella neve bagnata che troviamo dopo il passaggio di un mezzo spartineve per farci perdere il controllo del veicolo.

Guidare su asfalto ghiacciato o innevato: quando ci troviamo in queste situazioni è meglio evitare brusche accelerate, frenate e bruschi cambi di direzione perché si può perdere rapidamente il controllo del veicolo; negli ultimi anni l’elettronica sta sempre aumentando di più la sicurezza per quanto riguarda i sistemi di ESP e ABS che vanno ad agire sulle ruote gestendone la velocità ed evitando il bloccaggio delle stesse nelle frenate in modo tale da riuscire anche a sterzare.

Il sale: spesso sentiamo dire che la strada è una lastra di ghiaccio e la colpa è del comune o chi di competenza che non fa uso di sale per il discioglimento e la prevenzione del ghiaccio. Non tutti sanno che l’azione scongelante termina a circa -7°C con una soluzione satura di sale. Anticamente veniva usata la sabbia per migliorare la viabilità perché evita i legamenti tra i cristalli di ghiaccio e quindi non essendo ben legati, rimaneva una “lastra” ruvida dando alle gomme la possibilità di presa. Nel corso degli anni seguenti, si è abbandonato questo sistema perché al discioglimento, lasciava molta sabbia in strada rendendola sdrucciolevole in caso di asfalto asciutto.

Guidare con gli pneumatici giusti: importantissimo questo punto perché solo con pneumatici adatti quindi quelli con il simbolo della montagna con tre cime e con incisa la sigla M+S sarà possibile viaggiare senza nessun rischio su strade innevate e ghiacciate: è il modo più efficace e semplice.

Poi abbiamo le catene che vengono usate solo in casi straordinari e le gomme chiodate che possono essere usate solo con l’ aggiunta di paraspruzzi posteriori sul veicolo per evitare eventuali danni dovuti al distaccamento di un chiodo con l’obbligo del montaggio  su tutte e 4 le ruote. L’ unica pecca di questi pneumatici oltre la rumorosità su fondi asciutti è la riduzione dei limiti di velocità a 90 km/h su strade ordinarie e di 120 km/h in autostrada.

Tag: