Stazione meteo di Torremaggiore (FG) 169 slm

Stazione meteo di Torremaggiore, 169 slm– Dati aggiornati ogni 5 minuti

Stazione meteo di Torremaggiore. Torremaggiore è un comune italiano di 17.399 abitanti, della provincia di Foggia, in Puglia. L’abitato sorge su un colle a 169 metri sul livello del mare. Il comune è inserito nella zona 2 della classificazione sismica dei comuni italiani.

Tra i sismi storici più importanti va ricordato quello delle 16 del 30 luglio 1627, quando Torremaggiore fu colpita da un violento terremoto che rase al suolo tutta la città e i comuni limitrofi provocando centinaia di morti.

Altri terremoti di grande importanza colpirono Torremaggiore anche nel corso del XX secolo.

Il giorno 31 ottobre del 2002 alle ore 11.32 la città fu colpita da un violento terremoto del 6º grado della scala Richter (VII scala Mercalli) provocando molti danni alle abitazioni e luoghi di culto e anche alcuni feriti. Il giorno seguente 1º novembre del 2002 ore 16.00 circa, la città fu colpita da un’altra scossa molto violenta come la precedente. Durante i giorni successivi si registrarono 3000 scosse di assestamento. Il paese più colpito fu San Giuliano di Puglia dove si registrò l’epicentro e il crollo di una scuola elementare-media che provocò la morte di 27 bambini e una maestra.

Il clima è mediterraneo, tuttavia con inverni abbastanza freddi (10 cm media di neve all’anno) non è raro che durante le ondate di freddo provenienti dalla Russia il paese sia colpito da Blizzard (ossia vento forte e neve fine). Le estati sono molto calde, caratterizzate da forti escursioni termiche diurne. A partire dagli anno ’60, dopo la costruzione della diga di Occhito, il tasso di umidità aumentò vertiginosamente provocando in primavera e autunno frequenti nebbie anche molto fitte, fenomeno sconosciuto per la zona. I venti sono frequenti e, seppur talvolta piuttosto forti, sono mediamente moderati.

Eventi climatici:

  • Nel mese di giugno del 1999 la città fu colpita da una tromba d’aria con venti che superarono i 150 km/h provocando molti danni alle abitazioni e molti feriti.
  • Il 25 giugno e i giorni successivi del 2007 il paese fu colpito da un’ondata di caldo eccezionale proveniente dal nord Africa che provocò un innalzamento delle temperature fino a raggiungere 46 °C.
  • Nel mese di Febbraio 2012 il paese, come il resto d’Europa, fu colpito da una forte discesa di aria gelida proveniente dalla Russia che fece crollare le temperature sotto zero, si susseguirono 20 giorni di freddo con accumuli di neve di 30 cm con temperature minime fino a -9 °C