Stazione meteo di Chieti (Ch) 330 msl

Stazione meteo di Chieti, 330 msl– Dati aggiornati ogni 5 minuti- Fonte stazione mnw


 

Stazione meteo di Chieti

Chieti (Chjìte in dialetto abruzzese) è un comune italiano di 51.945 abitanti, capoluogo dell’omonima provincia in Abruzzo. Gli abitanti di Chieti si chiamano teatini dall’antico nome latino e greco della città, Theate o Thegeàte, Θεάτη o Θηγεάτη in greco. La città di Chieti è sede, insieme a Pescara, dell’Università Gabriele D’Annunzio: nel campus di Chieti hanno sede otto facoltà, il rettorato e la direzione generale.

Chieti: il territorio

Chieti è situata nella parte centro-orientale dell’Abruzzo, a 330 metri sul livello del mare, su un colle che divide le acque del bacino del fiume Aterno-Pescara (a nord) da quelle del fiume Alento (a sud). La stazione meteo di Chieti e’ posta nella parte alta della città. La città gode di una favorevole posizione geografica, sia perché vicina alla riviera adriatica ed alle masse montuose della Majella e del Gran Sasso con i relativi ed immaginabili paesaggi (è detta “il terrazzo d’Abruzzo” e “la città aerea”), sia perché è servita dalle principali reti di trasporto del versante adriatico del Centro Italia. Chieti è costituita da due nuclei principali, Chieti Alta e Chieti Scalo. Chieti Alta è il nucleo più antico della città e comprende il centro storico che, situato sul colle, ospita numerosi resti ed edifici in vari stili che raccontano delle molte fasi storiche attraversate del capoluogo teatino.

Il clima di Chieti

Il clima è tipicamente mediterraneo, e beneficia degli influssi di origine marina (la città dista dal mare poco più di 10 chilometri nella zona Scalo), ma al contempo risente dell’influenza della Majella, da cui dista circa 25 – 30 km. Le temperature non sono né eccessivamente elevate, né troppo rigide, e le escursioni termiche tra il giorno e la notte si presentano decisamente contenute, come solo in alcune località abruzzesi della costa. Nel mese di gennaio (quello più freddo) si ha in media una temperatura di 6-7 °C, con le minime di 4-5 °C e le massime di 9-10 °C. In inverno può a volte accadere che con correnti da SO Chieti si ritrovi sotto condizioni di favonio (o foehn), capaci di provocare un repentino aumento della temperatura, che può arrivare persino a sfiorare i 25 °C, e una diminuzione dell’umidità relativa.

Temperature minime e  massime a confronto

Dall’analisi di numerosi dati, reperiti presso gli uffici del Comune, le temperature minime notturne invernali hanno fatto registrare dei valori notevolmente alti, che sono forse pari solo a quelli del promontorio di Vasto: infatti non risulta che la minima assoluta abbia mai toccato i -10 °C, mentre nel circostante territorio si è potuti giungere a punte di -10 °C e oltre. In inverno la neve può cadere abbondante per l’arrivo delle perturbazioni dall’Est europeo: infatti a causa di correnti da NE Chieti risente sia dello stau, che provoca precipitazioni generalmente deboli, più intense se accompagnate da una depressione, sia del burian siberiano. Nel mese più caldo (luglio) la temperatura minima si aggira sui 20-21 °C, mentre la massima sui 30-31 °C, specie a Chieti Scalo, e come sempre più frequentemente sta accadendo, per l’influenza dell’anticiclone nordafricano, può succedere che di notte il termometro non vada al di sotto dei 20-22 °C, mentre di giorno si possono raggiungere valori massimi anche di 35-36 °C, valori esasperati anche dalla forte umidità che di solito li accompagna.