Siccità in Molise
Foto di Luca Gianfrancesco

Siccità in Molise: ora si fa dura. Dettaglio di Chiauci, Guardialfiera e Occhito

Siccità in Molise; ancora giorni caldi e senza piogge. Trend anomalo che dura da settimane.  

Siccità in Molise
Foto di Luca Gianfrancesco

Continua il trend particolarmente siccitoso del trimestre estivo: ancora una volta, lo scacchiere barico non cambia, e l’anticiclone di chiara matrice africana domina la scena sull’Europa centro-orientale. Insiste sulla bassa penisola iberica un’area di bassa pressione che alimenta, sul bordo orientale, la campana anticiclonica. Particolarmente significativi i nostri report dei mesi di giugno e di luglio che evidenziano, come anticipato, non solo caldo intenso e duraturo ma la quasi totalità di precipitazioni uniformi ad esclusione, appunto, di localizzata fenomenologia spesso dovuta a fresche correnti che hanno lambito la fascia costiera.

I dati di Agosto ci saranno a breve ma dalla nostra rete è già possibile estrapolare qualcosa: molte stazioni faranno segnare valori tra 0 e 4 mm che si vanno ad aggiungere a mesi precedenti anch’essi particolarmente avari di pioggia.  Nel dettaglio, la critica situazione relativa alla diga di Chiauci (primonumero.it)

Siccità in Molise: la diga di Chiuaci 

«La diga è completamente a secco ed ha autonomia d’acqua stimata non oltre domenica 27 agosto» ha scritto Amicone nella lettera inviata ai presidenti delle Regioni Abruzzo e Molise, Luciano D’Alfonso e Paolo Di Laura Frattura, ai prefetti di Chieti e Campobasso. La carenza idrica è chiaramente dovuta alla siccità. Non piove da troppo tempo e quando lo fa, la pioggia dura troppo poco. Così l’invaso isernino dal 28 maggio scorso la Diga di Chiauci rilascia 1.000 litri d’acqua al secondo destinata a uso irriguo a beneficio dei comuni della vallata del fiume Trigno e per uso potabile e industriale di San Salvo, per il tramite dell’Arap (Agenzia regionale per le attività produttive)».

Ma l’autonomia è limitata. «In assenza assoluta di precipitazioni piovose da domenica prossima 27 agosto l’unica disponibilità idrica sarà rappresentata dalla portata naturale del fiume Trigno stimata in 100 litri al secondo; pertanto tutta la risorsa idrica sarà solo a disposizione degli usi potabili civili» sono le parole del commissario, secondo il quale «il Consorzio di Bonifica Sud attiverà l’attingimento ai pozzi di soccorso, nella propria disponibilità infrastrutturale, con una capacità reale di circa 80 litri al secondo, attualmente a supporto di una area agricola di circa 700 ettari dislocati nei comuni di San Salvo e Montenero di Bisaccia; la suddetta capacità di 80 litri al secondo potrà essere disponibile per il 50 per cento per le esigenze Arap mentre la quota restante costituirà la riserva minima per alimentare gli impianti consortili nell’area sopra indicata».

Siccità in Molise: l’invaso di Guardialfiera

Siccità in Molise
Foto di Luca Gianfrancesco

L’invaso di Guardialfiera attualmente non è a rischio, visto che la portata attuale è di 112 metri sopra il livello del mare e bisognerebbe scendere parecchio prima di arrivare a una situazione allarmante.

 

 

 

Tra Molise e Puglia: la diga di Occhito (fonte consorzio.fg)

Occhito sul fortore

Riferimento al 25 Agosto 2016 –> Disponibilità in mc pari a : 148.588.640

Riferimento al 25 Agosto 2017 –> Disponibilità in mc pari a: 92.116.840

Delta 2017 vs 2016 –> in mc pari a : – 56.471.800

Sguardo di insieme:

I dati allarmanti sulla situazione deficitaria del Molise, impongono tuttavia di allargare lo sguardo verso una visione complessiva. Ad esempio, il deficit idrico riguarda il 95% del territorio italiano con punte di estrema siccità sul medio tirreno.

Siccità in Molise