record

Record di caldo. Cosa significa? Impariamo a scindere climatologia e meteorologia

Le Previsioni Meteo e i Cambiamenti climatici: cosa significa “ record di caldo” Impariamo a riconoscere e differenziare la “meteorologia” e la “climatologia”

Sempre più spesso leggiamo notizie su record di caldo stravolti: l’ultima, certificata dai dati NOAA e NASA, è relativa al mese di luglio che è stato il più caldo di sempre (da quando esistono rilevamenti climatici) sulla Terra.

Una notizia assolutamente corretta, che ha poco a che fare con la meteorologia. Si tratta, infatti, di un’analisi climatologica che prende in considerazione due fattori fondamentali: un lungo lasso temporale (in questo caso un mese) e soprattutto una vastissima area geografica (in questo caso l’intero pianeta Terra). Il fatto che luglio sia stato sulla Terra il più caldo di sempre, non va assolutamente ad inficiare sulle previsioni meteo o sugli episodi meteorologici: infatti in alcune zone del Mondo, come in Libia, tra Somalia, Yemen e Oman, in India, nel Kazakistan, in una parte della Russia siberiana, è stato un mese freddo, con anomalie negative. E all’interno di quel mese, anche nelle zone che alla fine hanno chiuso luglio con anomalie positive, si sono verificate ondate di freddo.clima luglio 2016 (3)

Ecco perchè è sempre fondamentale scindere climatologia e meteorologia. Una grande ondata di freddo che si verifica “qui ed ora” non smentisce il global warming, così come il global warming non va ad inficiare la possibilità di ondate di freddo con episodi che si possono verificare in tutti i Paesi del Mondo. Qualsiasi cambiamento climatico possa avvenire in un Pianeta come la Terra, è sempre molto lento e graduale, praticamente impercettibile (o quasi) per l’essere umano che non è certo in grado di sopravvivere per secoli e quindi accorgersi sulla propria pelle cosa significa avere una temperatura media di 0.8°C più alta o più bassa su scala planetaria.

Anche il 2016 – come già accaduto per il 2015 – segnerà il record di anno più caldo da quando esistono le rilevazioni meteorologiche, ma anche nel 2016 abbiamo avuto (e avremo, fino a dicembre) numerose ondate di freddo e neve in varie località, in vari periodi dell’anno. Impariamo bene, quindi, a scindere climatologia e meteorologia, per evitare di fare confusione su un settore importante e delicato. Ogni tipo di analisi climatica, infatti, in alcun modo va ad influenzare le previsioni meteo della nostra quotidianità.

@Meteoweb