Quando cambia l’ora solare e legale in Italia e nel mondo

Varie
Redazione MeteoInMolise 11 Ottobre 2020
visibility1345 Visualizzazioni

Una guida al cambio dell’ora. Quando si passa all’ora solare e all’ora legale di nuovo nel 2021. E perché conviene ancora dal punto di vista energetico.

Le giornate si stanno accorciando già da un po’, le notti si allungano e quando usciamo dall’ufficio c’è meno luce tanto da farci pensare all’inverno e alle vacanze di Natale. La notte tra sabato 24 ottobre e domenica 25 ottobre si lascia l’ora legale per passare all’ora solare. La mattina della domenica resteremo a letto un’ora in più, godendoci al meglio il weekend d’autunno, tra castagne e passeggiate.

Quando cambierà l’ora: tutto quello che c’è da sapere

A ogni cambio ora legale – ora solare ci sorge il dubbio. Dormiremo un’ora in più o in meno? Quando tornerà il passaggio all’ora legale? Avremo più sole la mattina o la sera? Facciamo chiarezza e, già che ci siamo, scopriamo qualche curiosità su questa scelta. Nel 2020 l’ora solare torna in vigore tra sabato 24 e domenica 25 ottobre. Più precisamente, alle 3:00 del mattino. In quel momento le lancette degli orologi dovranno essere spostate indietro di un’ora, alle 2:00.

Computer, smartphone e tablet si aggiornano automaticamente, perciò nessuna inutile levataccia notturna. Per quanto riguarda orologi e sveglie analogiche, ricordatevi di regolare l’orario quando vi svegliate o poco prima di addormentarvi. Con il ritorno dell’ora solare avremo – almeno inizialmente – più luce al mattino, ma la fine della giornata arriverà un’ora prima.

Come ricordarsi la direzione in cui cambiare le lancette

Per evitare confusione, è semplice memorizzare la frase “primavera avanti, autunno indietro”. Gli orologi devono sempre essere spostati in avanti nell’ultimo weekend di marzo, in primavera, e spostati indietro nell’ultimo weekend di ottobre, in autunno.

Gli effetti sull’umore dopo il cambio dell’ora

Gli esperti ci avvertono ormai da anni che ogni cambio di orario comporta un piccolo squilibrio al nostro bioritmo, una specie di mini effetto jet lag, le cui conseguenze possono perdurare anche un mese. Quindi per un po’ potremmo sentirci più stanchi e più di cattivo umore del solito in ufficio. Al di là delle indicazioni mediche, il consiglio è quello di affrontare le mattine con maggior calma e trovare il modo di coccolarsi un po’ più del solito.

Perché alle 3 di notte

L’ora del passaggio legare – solare è stata scelta perché è il momento di minor traffico ferroviario della giornata. In questo modo si riducono al minimo i rischi di disallineamenti degli orari programmati per gli arrivi e le partenze.

Il Tempo standard e il Greenwich mean time

L’ora solare è detta anche Tempo standard. È regolata in base al fuso orario sul tempo del meridiano di Greenwich nel Regno Unito (Gmt, Greenwich mean time), in seguito a una convenzione internazionale fissata nel Diciannovesimo secolo. L’Italia, quando è in vigore l’ora solare, si trova un’ora avanti rispetto al Gmt; nei mesi estivi invece, con l’ora legale, il nostro paese è due ore avanti.

La storia del cosiddetto Tempo standard nel mondo occidentale è legata al sistema dei trasporti. I primi a utilizzare un sistema unificato per calcolare il tempo sono stati gli inglesi nel 1847, quando le ferrovie britanniche si adeguarono al tempo di Greenwich (Gmt). Sempre per evitare disguidi sugli orari dei treni, nel 1879 il canadese Sandford Fleming propose il Tempo standard per informare i passeggeri del sistema di trasporto del Nord America. Nello stesso anno il Gmt fu applicato anche alle previsioni meteo. Nel 1883 infine l’adeguamento dello United States naval observatory che riorganizzò sulla base di quattro zone temporali (fusi orari) i segnali telegrafici di tutti gli Stati Uniti.

Tag: