Quadrimestre autunno-inverno all’insegna della siccità

Gli esperti del Crea, Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria, hanno elaborato i dati relativi alla siccità autunno-invernale quest’anno in Italia: ne è emerso che il quadrimestre si chiude all’insegna della siccità per le precipitazioni quasi totalmente assenti, con temperature sopra le medie (+2,9°C per le minime al Nord e +3,7°C per le massime a dicembre), e a dicembre valori medi inferiori del 90% di quelli usuali e a gennaio precipitazioni medie come quelle estive.

Nei 31 principali invasi del Piemonte mancano 18,1 milioni di metri cubi di acqua (-7%) rispetto alla media. In Lombardia i principali laghi hanno avuto una percentuale di riempimento sotto le medie stagionali: il lago Maggiore 27%, il lago di Garda 35%, lago di Iseo 45%. In Veneto, le situazioni più critiche si registrano nella zona del Piave. Il fiume Po a Isola S. Antonio ha più che dimezzato la sua portata, da 307 a 143 m3/s, mentre a Pontelagoscuro ha raggiunto i 3 m sotto il livello rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Il clima ha favorito sia l’attività vegetativa tipica della primavera-estate (su albicocchi e ciliegi è stata segnalata la presenza di gemme rigonfie), sia la ricomparsa di alcuni agenti patogeni nocivi per le colture.

@Meteoweb