Previsioni trimestre estivo: un’ estate instabile?

Il mese di Giugno volge al termine e puntuale, come ogni inizio di stagione, ci apprestiamo a delineare quelle che potrebbero essere le linee guida e caratterizzanti di questa estate.

Al fine di delineare un Outlook preciso e puntuale, siamo convinti che nell’ analisi generale debbano entrare con forza uno sguardo sempre più attento alla zona di convergenza intertropicale detta ITCZ (La ICTZ, calcolata, in termini di latitudine ad una determinata longitudine, non è altro che un indice  descrittivo che caratterizza le condizioni climatiche alla longitudine presa in esame), unitamente ad una cella di Hadley (Fra i 30°N e i 30°S di latitudine , il moto energetico avviene attraverso una circolazione con moti ascendenti a ridosso dell’equatore, flussi verso i poli in quota al di sotto della tropopausa, moti discendenti nelle aree subtropicali e flussi di ritorno verso l’equatore in superficie. Il flusso di aria dall’equatore ai tropici subisce una virata verso oriente a causa della forza di Coriolis. Questo passaggio diviene fondamentale perché ne fa scaturire la determinazione di una corrente a getto nella zona subtropicale. Il flusso di aria dai tropici all’Equatore subisce, per la forza di Coriolis, una deviazione verso ovest, originando gli alisei; la zona dove convergono gli alisei (che non coincide sempre con l’Equatore geografico, potendo oscillare da circa 3°S a 10°N) prende il nome di zona di convergenza intertropicale o ITCZ. Tuttavia questo meccanismo di trasmissione del calore attraverso la cella di Hadley si spiega solo in presenza di un certo grado di viscosità.)spesso poco pimpante. A ciò aggiungiamo una fase di Nao (North Atl. Oscill.) quasi sicuramente con lievi negatività. Altresì ENSO neutro o leggermente positivo.

Itcz, fonte: noaa

itcz

Cella di Hadley fonte: unimeteo

cella

Ciò premesso riteniamo molto probabile un trimestre estivo generalmente instabile e caratterizzato da frequenti manifestazioni temporalesche.

In particolare nel mese di Luglio riteniamo probabili due ondate di caldo rilevanti sul versante adriatico e quindi sul Molise. In particolare la è prevista già per i prossimi giorni del mese. A fine della prima decade una perturbazione di origine nord-atlantica apporterebbe una fase instabile e più fresca per alcuni giorni. La nuova fase di calura con venti frequentemente da sud-ovest e quindi anche garbino lungo l’area costiera è attesa  dal 15/17 luglio. Si tratterà, tuttavia, di una fase relativamente breve perché l’instabilità a partire dal 20/22 del mese in oggetto a seguito di un passaggio meridiano da nord potrebbe nuovamente caratterizzare la fase finale del mese quando saranno probabili temporali pomeridiani nelle aree interne e giornate discrete lungo la costa. A livello termico il mese, nel complesso, chiuderà con anomalie leggermente positive (+0.5/+1.0).

Il mese di agosto ricalcherà anche nella circolazione climatica generale il mese precedente. Una prima fase del mese calda o molto calda con itcz in ascesa ed azioni di matrice nord-africana intense almeno fino al 12/14 del mese. Nella fase centrale e generalmente fino al 23/25 si rinnoveranno condizioni instabili nelle aree interne, mentre lungo l’area costiera il tempo sarà discreto e frequentemente soleggiato. Possibile azione temporalesca tra il 26 ed il 29 del mese. Attesa un’anomalia positiva di +1.0 rispetto alla media termica

Il mese di settembre risentirà di una breve azione temporalesca ad inizio mese ma il proseguo dovrebbe essere di natura prettamente estiva almeno fino al 15 del mese con temperatura ben oltre la media del periodo.

@meteoinmolise.com