Previsioni stagionali inverno 2016- 2017
Rappresentazione grafica terza decade

Previsioni stagionali Inverno 2016-2017: tendenza

Previsioni stagionali Inverno 2016-2017: tendenza 

 

Previsioni stagionali inverno 2016-2017 :anche in questa stagione invernale, come per altro già fatto per le ultime due appena trascorse, cercheremo nel limite del possibile, di delineare un possibile scenario medio del trimestre invernale. Non faremo previsioni che rimangono già di per sé complicate nella sfera temporale delle 48/72h, ma come detto proveremo ad individuare degli elementi caratterizzanti e le possibili conseguenze in termini di probabilità. La stagione invernale 2016-2017 apre, oggettivamente, con degli elementi nuovi:

  • un vortice polare che negli ultimi 60-65gg ha vissuto momenti di grande difficoltà risultando spesso e volentieri molto disturbato;
  • una marcata anomalia dei ghiacci artici conseguenza di quanto sopra detto;
  • una QBO che si conferma + e che quindi non varierà il suo segno come invece era prevedibile qualche mese or sono;
  • una Nina probabilmente lievemente negativa (-0.3/-0.8);
  • il Nam che mostra, forse, la più importante anomalia degli ultimi anni e mentre vi scriviamo mostra ancora valori lievemente negativi (-0.1) e difficilmente potrà superare la temuta soglia dei 1.5

Ciò detto riteniamo che la stagione invernale in essere possa mostrare fasi di tempo zonale alternato a momenti piuttosto freddi ed in particolare.

Previsioni stagionali inverno 2016-2017—- >

Dicembre:

le prime due decadi (1/20) del mese si caratterizzeranno per condizioni meteorologiche piuttosto stabili e con frequenti episodi di alta pressione e/o correnti zonali dovuti alla conseguenza di un Canadian Warming. Temperature sopra la media.
Rappresentazione grafica

Previsioni stagionali inverno 2016-2017
Dicembre: prime due decadi

l’ultima decade del mese (20/30) potrebbe veder risolta l’anomalia precedente e ci attendiamo un’importante azione della wave2 con l’instaurarsi di tempo prettamente invernale, un’alta pressione ad ovest dell’italia che tenderà a puntare verso nord-est. Incursione fredda di origine continentale con azioni depressionarie su medio-basso tirreno. Le aree centrali in questo senso potrebbero risultare le più penalizzate con possibile area di convergenza sulle stesse tra aria più calda meridionale e molto fredda continentale.

Rappresentazione grafica 

Previsioni stagionali inverno 2016-2017
terza decade

Gennaio:

la prima decade del mese (1/10) del nuovo anno vedrà una figura di alta pressione piuttosto forte posizionata ad ovest del nostro Paese ed in particolare sulla penisola Iberica. In questa fase riteniamo assai probabili inneschi freddi dal rodano con l’instaurarsi di basse pressioni sul tirreno settentrionale favorendo anche nevicate a quote basse o di pianura sulle regioni settentrionali. Tale fase, conseguentemente, potrebbe vedere venti piuttosto miti da sud altrove.

Rappresentazione grafica

Previsioni stagionali inverno 2016-2017
Prima decade di Gennaio

nella parte centrale e conclusiva del mese (15/30) andrebbero a delinearsi due scenari. Il primo probabilmente a cavallo della metà del mese con condizioni meteorlogiche più stabili dovuti ad una probabile fase di alta pressione ed il secondo, intorno agli ultimi giorni del primo mese del nuovo anno nel quale una nuova forzante della wave2 favorirebbe l’espansione dell’alta pressione ad ovest e la discesa di aria molto fredda da est con minimo verso l’egeo e probabili nevicate a quote basse o in pianura in adriatico.

Rappresentazione grafica 

Previsioni stagionali inverno 2016-2017
Parte finale del mese di Gennaio

Febbraio*:

Work in progress

*Concluderemo il lavoro di febbraio e marzo entro il 15/12/2016