Possibile ritorno dell’inverno sull’ Italia?

Potrà ritornare un clima prettamente invernale sull’ Italia, come quello che ha interessato la penisola  nella prima decade del mese?

Ebbene sulla  base delle proiezioni  delle medie d’ensemble del modello americano GFS, in effetti qualche probabilità in tal senso sussiste intorno al 25-26 febbraio.

Infatti intorno tale data un nucleo di aria polare, in discesa dalla Groenlandia ad inizio seconda decade, potrebbe raggiungere i Balcani intorno al 25-26 febbraio, per poi riversarsi sull’ Adriatico e da qui su tutto il Centrosud dell’ Italia.

Tale evoluzione sarebbe confermata anche dalla configurazione del vortice polare. Infatti  attualmente il VPS è sbilanciato verso il  Nord America, ove sta imperversando, giorno dopo giorno, con molti eventi estremi (forti nevicate, piogge ghiacciate, blizzard). Ma entro i prossimi 10 giorni è previsto che l’asse  di simmetria del nucleo ellittico del VPS dovrebbe allontanarsi gradualmente dal Nord America fino a potersi sul continente europeo.

Sarà questa la volta buona (o cattiva, a seconda che siate amanti o nemici del freddo) per una nuova ondata di freddo invernale sulla nostra penisola?.

Ebbene, smorziamo innanzitutto subito gli entusiasmi dei “freddofili” , facendo notare che il verificarsi di una simile evoluzione è appesa ad un filo perché,  ad oggi, la probabilità che almeno sull’Adriatico e al Centrosu le temperature a 850 hPa  siano inferiori a -4/-5°C (condizione necessaria perché si possa parlare di una vera ondata di freddo) è ancora appena del 10-25%.

Insomma ad oggi l’ondata di freddo,  qualora si dovesse verificare, sarà  breve, non intensa e con nevicate fino quote collinari  per lo più sui rilievi appenninici e qualche sconfinamento anche in pianura ma limitatamente al Piemonte.

Ma mancano 10 giorni alla data più probabile per il ritorno dell’inverno e quindi il quadro potrebbe modificarsi in meglio o in peggio.

A cura di: Mario Giuliacci (Meteogiuliacci)