PERCHE’ LA NEVE E’ BIANCA?

Forse non ve lo siete mai chiesto, ma la risposta non è così evidente. Un oggetto è trasparente (come l’acqua) se è attraversato dalla luce; è colorato se in parte assorbe la luce e in parte la restituisce; è nero se assorbe tutta la luce che lo colpisce; è “a specchio” se invece la riflette. L’acqua è trasparente, incolore, mentre la neve, pur essendo fatta di acqua, è bianca.

PERCHÉ? Ogni raggio di luce attraversa il primo cristallo di neve che incontra (il singolo cristallo è ancora trasparente) venendo leggermente deviato, e, di cristallo in cristallo, continua a deviare fino a riemergere, tornando all’osservatore.

Ai nostri occhi arrivano così tutti i colori di partenza, e di conseguenza percepiamo il colore bianco che ne è la somma. Inoltre, poiché quasi tutta la luce che entra viene restituita, il manto nevoso appare spesso abbagliante.

POLVERINE. Lo stesso fenomeno si presenta con ogni polvere che non assorba troppo la luce: una strada sterrata polverosa appare biancastra, ma se piove diventa scura.

Fonte: Focus