Nevaio in Molise, le straordinarie foto di Martusciello. Fino a 20 metri!

Novità In primo piano
Redazione MeteoInMolise 19 Giugno 2019
visibility952 Visualizzazioni

Con le inedite foto della Guida Ambientale ed Escursionistica andiamo alla scoperta del nevaio in Molise. Immagini di rara bellezza

IL MOLISE E I NEVAI: non tutti lo immaginano, ma anche il Molise ha i suoi nevai: metri e metri di neve accumulata che non si sciolgono quasi mai, né si trasformano in ghiaccio. Sono nascosti nelle gole più impervie, accessibili a pochi, e possono durare anche per decine di anni. Dipende dalle condizioni meteo e dalla quantità di neve.
Massimo Martusciello,  ha portato alla ribalta in tutt’Italia il massiccio montuoso che separa il Molise dalla Campania. Qualche giorno fa Martusciello ha fotografato un nevaio che si conserva in uno dei tratti più spettacolari del Matese, nel territorio di Roccamandolfii. Siamo in una zona paesaggistica tra le più ricche e belle in regione. Sul Matese ci sono diversi circhi glaciali a breve distanza ed uno di questi arriva nella Valle Fondacone.

NEVAI E GHIACCIAI, LA DIFFERENZA: un nevaio è una massa di neve, e in parte anche di nevato (v.) e di ghiaccio, che persiste naturalmente sul suolo da un anno all’altro (alle nostre latitudini, in alta montagna). Non è sempre facile la distinzione dei nevai dai piccoli ghiacciai; ma si può considerare caratteristico del nevaio il fatto che in esso non si può distinguere una regione di alimento e una di ablazione, ma su tutta la sua area si verifica l’una o l’altra condizione secondo le epoche. Manca quindi, a differenza di quanto avviene nei ghiacciai, un vero flusso di materiale dalle parti più elevate a quelle più basse, sebbene la massa glacio-nevata non sia del tutto priva di movimenti, i quali possono provocare anche la formazione di crepacci. Manca la zonatura tipica dei ghiacciai. I detriti rocciosi che cadono sul nevaio dalle pareti circostanti giungono scivolando al margine inferiore e si ammucchiano talora in semicerchio simulando una vera morena.

NEVAIO PERENNE: «si potrebbe dichiarare che sul massiccio del Matese, a 1500 mt di quota, sul parallelo di Napoli, vi è un nevaio perenne o ghiacciaio». A comunicarlo è il prof. Carlo Pastore, presidente, nonchè fondatore, della sezione di Piedimonte Matese del Club Alpino Italiano. Sostiene il prof . Pastore che «i pastori ci hanno sempre raccontato che la neve rimane sul Mateseper tutto l’anno. Sono stato sempre molto scettico al riguardo, anche se, in luglio, diversi anni fa, avevo fotografato, con mia  moglie Giulia d’Angerio, un gregge di pecore che vi si abbeverava. Sono tornato sul luogo in data primo settembre, per la ricognizione dei sentieri relativi ai Circhi dell’Aquilania, con le guide Massimo Martusciello e Maurizio Rizzi del C.A.I. di Campobasso ed Enzo Florio del C.A.I. di Piedimonte Matese,  ed ho trovato la neve.

NEVAIO IN MOLISE ECCO LE FOTO: Lo “Scaricaturo” sulla dx orografica del circo glaciale del “Fondacone” sotto le strapiombanti pareti dei “Campanarielli” sopra i 1400 metri di quota imponente la massa di neve depositata, in alcuni tratti oltre 20 metri!!! come si è presentata oggi. Sito quasi del tutto sconosciuto nell’ampio territorio Matesino, nel comune di Roccamandolfi(IS)

FOTO DEL NEVAIO SECONDA DECADE DI GIUGNO 2019

VIDEO 

nevaio in molise

PER QUALSIASI INFO E VISITE GUIDATE ANDATE SULLA PAGINA CHE VI ABBIAMO LINKATO IN ALTO. POTETE CONTATTARE DIRETTAMENTE LA GUIDA

Tag: