Migliorare l’affidabilità delle previsioni meteorologiche è possibile!

Previsioni meteo più affidabili grazie allo studio sulle dimensioni delle gocce di pioggia.

Con i nuovi dati globali sulle gocce di pioggia e fiocchi di neve, gli scienziati sostengono che si possono migliorare le stime delle precipitazioni a partire da dati satellitari e nei modelli previsionali meteo numerici, aiutando a comprendere meglio e prepararci per gli eventi meteorologici estremi.

“La distribuzione delle dimensioni delle gocce è uno dei molti fattori che determina quanto grande una tempesta si svilupperà, per quanto tempo durerà e quanta pioggia alla fine produrrà”, ha detto Joe Munchak, meteorologo di ricerca presso il Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, nel Maryland . “Fino ad oggi non eravamo in grado di valutare le variazioni nella distribuzione della dimensione delle gocce d’acqua a livello globale.”

Lo studio in oggetto è in grado di stabilire la “distribuzione granulometrica” delle gocce e dei fiocchi di neve all’interno di una nuvola. Il rapporto tra gocce grandi, medie e piccole è fondamentale e avrà importanza imprescindibile nel migliorare l’affidabilità delle previsioni meteorologiche. In precedenza si potevano soltanto fare delle ipotesi perché gli studi precedenti consideravano luoghi isolati e i dati globali erano limitati, ha aggiunto Munchak.

Con le istantanee tridimensionali del GPM (Global Precipitation Measurement), gli studiosi possono anche avere informazioni aggiuntive sulla struttura di una tempesta e sul suo probabile comportamento. “Le misurazioni GPM ci potranno davvero aiutare a prevedere interazioni complesse che dipendono in parte della distribuzione delle dimensioni delle gocce”.

Il progetto GPM è stato lanciato nel 2014 e ha come punto di forza il primo Radar spaziale di Precipitazioni a doppia frequenza (DPR), così come un multi-canale GPM Microonde Imager (GMI). Il DPR effettua misurazioni in 3D, mentre il GMI utilizza un insieme di 13 frequenze ottimizzate per misurare precipitazioni da forti a moderate, oltre alla luce sulla superficie terrestre.

Le misurazioni GPM saranno di vitale importanza per migliorare i modelli meteo e le previsioni.

allegato_12_1Quella che vedete è l’immagine che mostra la dimensione e la distribuzione delle gocce di pioggia all’interno di una tempesta. Blu e verde rappresentano gocce di pioggia piccole (0.5-3mm). Giallo, arancio e rosso rappresentano gocce di pioggia più grandi (4-6mm).

Fonte NASA