Meteo, neve in molise. Il punto della situazione tra scuole chiuse e disagi

Novità
Redazione MeteoInMolise 6 Gennaio 2019
visibility2043 Visualizzazioni

Giunta al termine l’ondata di freddo e neve facciamo il punto della situazione. Il meteo migliora ma da mercoledì nuovo rischio neve?

Niente scuola lunedì 7 gennaio a Campobasso. Lo ha deciso il sindaco Antonio Battista disponendo la sospensione delle lezioni in tutte le scuole di ordine e grado per effetto delle nevicate degli ultimi giorni. Scuole chiuse lunedì 7  a Cerro al Volturno, e Bagnoli del Trigno. Chiusura protratta anche e martedì 8 gennaio per i comuni di Cercemaggiore e Agnone.Anche  l’Università del Molise ha deciso la sospensione di tutte le attività didattiche (lezioni e sedute di esame) per le giornata di lunedì  in tutte le sedi universitarie della regione.

METEO, CIRCA 40 CM DI ACCUMULO MASSIMO: Dal pomeriggio non si registrano disagi sulle strade. Lentamente la circolazione sta tornando alla normalità anche sulle arterie provinciali dove in particolare durante la notte si erano registrati interventi di soccorso ad automobilisti rimasti in panne durante la notte e alle prime luci dell’alba quando una tormenta di neve ha sorpreso Campobasso e i paesi limitrofi. Circa 40 centimetri quelli che si sono accumulati in poche ore. Dunque, forse un po’ in ritardo sulla tabella di marcia rispetto alle previsioni la vera sferzata di questa perturbazione è arrivata in queste ultimissime ore.

Diversi gli interventi eseguiti dai vigili del fuoco in particolare sulle strade provinciali e statali dove alcuni automobilisti nel cuore della notte sono rimasti in panne a causa del ghiaccio. Si circola bene a Campobasso dove dall’inizio della tormenta è iniziato nuovamente senza sosta il lavoro dei mezzi spargisale e spazzaneve rendendo praticabili tutti gli accessi. Rafforzati invece i controlli di polizia e carabinieri che hanno presidiato soprattutto le entrate e le uscite dalla città anche in prospettiva di eventuali mezzi pesanti in arrivo, nonostante il divieto diramato dalla Prefettura.

CAMPITELLO MATESE IN RIAPERTURA DOPO IL METEO COMPROMESSO: Strade ancora bloccate in molti centri. A Campitello Matese lungo la provinciale 106, ancora oggi la circolazione sarà possibile soltanto se muniti di catene perché insufficienti i normali pneumatici da neve. Chiuso il tratto all’altezza della diga di Arcichiaro.

Difficili le condizioni anche al valico di Campolieto dove la neve avrebbe ormai sfiorato il metro di altezza, ma situazioni di disagio si sono verificate anche lungo la strada che collega Campobasso a Castellino, Petrella, Matrice e Montagano. Difficile la situazione anche a Baranello, Busso, San Giuliano, Cercemaggiore e Cercepiccola. Situazione ancora delicata in Alto Molise, dove i vigili del fuoco anche in queste ore stanno continuando ad operare per portare in ospedale le persone che non possono uscire di casa. Quelli di Agnone hanno dovuto provvedere a rifornire anche alcune famiglie di Castiglione Messer Marino(Chieti) sprovviste di medicine salvavita e derrate alimentari.

METEO, A CAPRACOTTA E’ DAVVERO DURA: A Capracotta il sindaco, Candido Paglione, ha chiesto ulteriori collaborazione alla Provincia di Isernia e alla Prefettura affinché siano messi a disposizione altri mezzi per liberare il centro cittadino completamente sommerso dalla neve. Nella riunione di stamattina 5 gennaio del Comitato operativo per la viabilità in Prefettura a Campobasso è stata decisa la sospensione temporanea del divieto di circolazione dei mezzi pesanti con carico superiore a 7,5 tonnellate, compreso il transito di trasporti e veicoli eccezionali su tutta la rete stradale della Provincia di Campobasso. La sospensione del divieto vale dalle 13 alle 19 di oggi, orario in cui il divieto di circolazione verrà nuovamente istituito. Inoltre da una verifica effettuata tutte le strade provinciali e statali risultano percorribili con i dispositivi antineve, tranne il tratto della Provinciale 164 da Guardiaregia a Bocca della Selva che resta interdetto al transito come già disposto nella giornata di ieri dal km 10 della diga di Arcichiaro fino al confine al confine con la provincia di Caserta.

PRIMONUMERO

Tag: