Meteo luglio tra temporali e fasi stabili

Previsioni meteo a breve termine Previsioni
Gaetano 23 luglio 2018
visibility664 Visualizzazioni

La settimana partirà con tempo perturbato e aria fresca in ingresso dai quadranti orientali. Temperature in deciso calo rispetto ai giorni precedenti. Il meteo luglio caratterizzato da fasi stabili interrotte da fasi periodi più freschi.

I venti più freschi in avvio della nuova settimana raggiungeranno anche le regioni del Sud Italia ponendo termine all’onda di calore.  La perturbazione, dopo i primi fenomeni nella notte, porterà rovesci e temporali al Centro Sud. Nella mattinata i fenomeni sono attesi tra Romagna e Marche, nonché su Umbria e tra Toscana e alto Lazio. A cavallo tra mattina e pomeriggio sarà la volta di Abruzzo, Lazio interno, Molise, Campania e Lucania. Stante il contrasto termico elevato i fenomeni potrebbero risultare di forte intensità, anche sotto forma di nubifragio, accompagnati da grandine e raffiche di vento. Bello altrove. Il caldo africano terminerà bruscamente. Temperature che diminuiranno al centro nord prima e al sud poi sotto l’incalzare di venti moderati da Maestrale. Scarica la nuova app delle previsioni meteo su Play Store e App Store

Il meteo della settimana in dettaglio:

Lunedì: al primissimo mattino generalmente poco nuvoloso. Rapido aumento della copertura nuvolosa nelle ore seguenti: temporali e piogge diffuse, anche di forte intensità. Venti sostenuto da nordovest sulla costa. Temperature in calo anche di 10 gradi. Mare agitato.

Martedì: giornata ancora fresca. Nuvoloso la mattina. Le nubi si diraderanno nel corso del pomeriggio-sera. Temperatura in leggera ripresa, venti ancora sostenuti da nordovest sulla costa.

Mercoledì: mattinata soleggiata e dal clima gradevole. Addensamenti consistenti sui principali rilievi della regione nel pomeriggio con qualche rovescio. Temperature diurne ovunque al di sotto dei 28 e generalmente comprese tra 22 e 25 gradi

Settimana perturbata, segui l’evoluzione:

I dati in diretta dalle nostre stazioni; la nostra rete di monitoraggio diviene sempre più consistente e capillare. Stazioni a norma OMM con trasmissione dei dati ogni 5 minuti. A breve, anche la grafica subirà un’evoluzione importante facendo sì che tutti i dati si possano leggere attraverso dispositivi cellulari.

Tag: