Massima ALLERTA della Protezione Civile. Coinvolto anche il Molise

Allerta Meteo della Protezione Civile per venerdì 20 maggio

Vi forniamo il loro punto di vista in merito al maltempo previsto. E’ un servizio socialmente utile alla collettività, complementare rispetto alle nostre più dettagliate previsioni meteorologiche per ogni comune molisano e gli approfondimenti che trovate continuamente aggiornati sul nostro portale.

Un nucleo di aria fredda in quota, di origine nord-atlantica, scendendo lungo la nostra penisola, apporta condizioni di spiccata instabilità che si spostano progressivamente dal nord al centro, per raggiungere nella giornata di domani il Meridione. In particolare tale evoluzione favorirà l’innesco di sistemi temporaleschi particolarmente intensi sullo Ionio, che si protenderanno verso la puglia meridionale, dove saranno più forti e persistenti.

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani allerta arancione per rischio idrogeologico localizzato sul Salento in Puglia. L’allerta è invece gialla, per rischio idraulico e idrogeologico, oltre che su buona parte dei restanti settori della Puglia, su Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Abruzzo, Marche e gran parte del territorio umbro e lombardo.

IL BOLLETTINO PER DOMANI, VENERDI’ 20 MAGGIO:

Precipitazioni:
– diffuse e persistenti, a prevalente carattere di rovescio o temporale, sulla Puglia meridionale, con quantitativi cumulati da moderati a elevati;
– da sparse a diffuse nella prima parte della giornata, a prevalente carattere di rovescio o temporale ed in successivo rapido esaurimento, sulle Marche centro-settentrionali, con quantitativi cumulati moderati;
sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, sul resto delle Marche e su versanti adriatici dell’Abruzzo, Molise, Campania centro-meridionale, Puglia centrale, settori tirrenici e ionici della Basilicata e settori ionici della Calabria centro-settentrionale, con quantitativi cumulati puntualmente moderati;
– da isolate a sparse, localmente anche a carattere di rovescio o temporale, sui restanti settori di Abruzzo, Puglia, Basilicata, Campania e Calabria, e su Toscana orientale, Umbria, settori orientali e meridionali del Lazio, settori orientali e tirrenici centrali della Sicilia, con quantitativi cumulati generalmente deboli.

SEGUITE GLI AGGIORNAMENTI PREVISIONALI SUL NOSTRO PORTALE