Mari e oceani più alti di 1 metro entro il 2100

l livello degli oceani e dei mari si è alzato di 8 centimetri negli ultimi 23 anni

Dal 1992 il livello dei mari è aumentato: le cause e le prospettive future

Gli oceani e i mari del nostro Pianeta si sono alzati mediamente di 8 centimetri dal 1992, ed in alcune aree addirittura di 25 centimetri. Lo studio condotto dalla NASA insieme all’Agenzia Spaziale Francese, la NOAA, il CNES ed EUMESAT mette in evidenza la preoccupante variazione del livello degli oceani negli ultimi 23 anni.

Grazie ai satelliti si è potuto studiare la variazione del livello superficiale degli oceani e dei mari di tutto il mondo. Quello che è emerso da anni di ricerca e di analisi è stato rappresentato efficacemente in queste immagini: le zone colorate con colori dall’arancio al rosso sono le zone in cui il livello è aumentato; le zone colorate dal bianco all’azzurro, invece, sono quelle poche aree in cui il livello è rimasto inalterato o addirittura è diminuito.

Il livello degli oceani e dei mari si è alzato di 8 centimetri negli ultimi 23 anni

I dati hanno rivelato che il livello non si è alzato in modo uniforme: ci sono zone infatti in cui il livello è rimasto costante o è addirittura diminuito. Questo è dovuto alle correnti e a cicli naturali come, ad esempio, l’Oscillazione Pacifica Decadale.

Quali sono le cause?

La causa principale di questa preoccupante situazione secondo gli esperti è il riscaldamento globale seguito dallo scioglimento dei ghiacciai.

Il livello degli oceani e dei mari si è alzato di 8 centimetri negli ultimi 23 anni

Il meccanismo è semplice: a causa dell’aumento della temperatura, l’acqua si espande occupando quindi più spazio. A questo si aggiunge lo scioglimento dei ghiacci che aumenta la quantità di acqua liquida presente sulla Terra. Lo scioglimento delle calotte polari concorre per un terzo all’innalzamento del livello degli oceani, ma nei prossimi anni gli scienziati non escludono che il fenomeno possa incidere maggiormente. Basti pensare che la Groenlandia perde in media 303 miliardi di tonnellate di ghiaccio ogni anno e l’Antartide 118 miliardi.

Mari e oceani più alti di 1 metro entro il 2100

La tendenza è confermata anche da una recente analisi realizzata dalla IPCC secondo cui entro il 2100 il livello delle acque salirà almeno di mezzo metro, raggiungendo, nella peggiore delle ipotesi, un aumento di quasi 1 metro (98cm) a livello globale mettendo a rischio gran parte delle zone costiere del mondo intero e coinvolgendo 150 milioni di persone residenti nelle zone ‘basse’ della Terra.

@Meteo.it