Maggio 2015 passerà alla storia come il più caldo di sempre

A livello globale, il mese di maggio 2015 passerà alla storia come il più caldo da quando sono cominciate le rilevazioni (1880).

In questo articolo passiamo in rassegna le anomalie e gli eventi meteorologici più significativi.

Basta dare una rapida occhiata alla figura che abbiamo allegato in Home Page per capire l’entità del caldo: quasi tutto il Pianeta appare sotto anomalie termiche positive rilevanti.

Il mese ha registrato una temperatura media globale combinata (superficie terrestre e superfici oceaniche) di 0,87ºC al di sopra della media . Si tratta della maggiore deviazione rispetto alla serie di dati 1880-2015, superando il precedente record stabilito lo scorso anno.

Considerando solo la temperatura media globale della superficie terrestre, la deviazione ammonta a 1,28ºC. Questo valore colloca maggio 2015 al primo posto superando il mese di maggio 2012.
La deviazione della temperatura media delle superfici oceaniche ammonta a 0,72ºC, che la rende la più grande anomalia per il periodo 1880-2015.

A livello di singole aree geografiche vi diciamo che:
Alaska: è stato il mese più caldo da quando sono cominciate le registrazioni (1919).

Stati Uniti continentali: è stato il più piovoso mese di maggio da quando è iniziata la rendicontazione pluviometrica. Soprattutto gli Stati del Colorado, Oklahoma e Texas.

Argentina: l’autunno (da marzo a maggio) è stato il più caldo dal 1961.

Regno Unito: la media delle massime di maggio ha messo a segno il valore più basso dal 1996.

Spagna: è stato il mese di maggio più secco dal 1947 e il secondo più caldo dal 1961 (dietro il 1964).

India: l’ondata di caldo micidiale tra il 21 e il 31 maggio ha causato la morte di oltre 2.200 persone.

Fonte: Ivan Gaddari MTG