L’Adriatico: un mare caldo, i risultati di una ricerca

In primo piano Clima
Gaetano 23 Luglio 2019
visibility322 Visualizzazioni

Da una ricerca dell’Istituto di scienze marine del CNR è emerso che la temperatura marina superficiale del nord Adriatico è sempre aumentata nell’ultimo secolo. Possiamo definirlo un mare caldo. I ricercatori hanno ricostruito una serie storica di dati che conferma il trend.

L’Adriatico è un mare caldo? A questa domanda risponde un lavoro di ricerca condotto dell’Istituto di scienze marine del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Ismar). Esso attesta che la temperatura marina superficiale del nord Adriatico nell’ultimo secolo è in aumento crescente. A questo risultato ci si è arrivati tramite una serie di osservazioni effettuate nel porto di Trieste. Abbiamo a disposizione misurazioni per un intervallo di tempo di 117 anni,  una tra le più lunghe serie temporali esistenti relative alla temperatura del Mediterraneo. Tutti questo dati sono stati pubblicati di recente sulla rivista scientifica internazionale Earth System Science Data e sono liberamente consultabili.

“Avere serie temporali lunghe e per quanto possibile omogenee è fondamentale per comprendere come l’evoluzione recente del clima possa aver influito sui parametri fisici del mare, in questo caso sulla temperatura”

Dal Cnr-Ismar spiegano che è importante avere una lunga serie di dati per capire come i cambiamenti climatici influiscano sul surriscaldamento dei mari.  Rispetto alle osservazioni meteorologiche, le osservazioni marini sono dal punto di vista logistico più complesse e dal punto di vista strumentale e dal punto di vista logistico  (bisogna avere a disposizioni natanti dedicati solo a questo scopo). Proprio per questa intrinseca complessità per lungo tempo le misurazioni in mare sono risultate discontinue e molte volte dubbie.

 

I dati utilizzati nella ricerca derivano da due categorie di misure:

1 – misure di termometri nei periodi 1899-1923 e 1934-2008 e conservati negli archivi storici dell’Istituto e

2 – misure tramite termistori, che non sono altro che termometri digitali, impiegati nel periodo tra il 1986 e il 2015.

Il primo gruppo di dati è stato selezionato, digitalizzato e organizzato in serie con il nuovo gruppo di dati.

mare caldo

Il mar Adriatico in continuo surriscaldamento

Dalla ricerca è emerso un aumento della temperatura del mare Adriatico alla velocità media di 1.1°/1.3°C per secolo. Inoltre si osserva che negli ultimi 20 anni è diventato molto più frequente rispetto al passato il raggiungimento o superamento dei 28°C di temperatura durante l’estate ci dicono dall’ Istituto di ricerca

 

Tag: