La depressione mediterranea si sposta verso i Balcani causando le prime nevicate autunnali fra sud Polonia e ovest Ucraina

Dopo aver causato un alluvione lampo sul messinese e temporali con autentici nubifragi su diverse regioni del centro-sud peninsulare, dalla Calabria al Lazio, la depressione afro-mediterranea già nel corso del pomeriggio odierno lascerà definitivamente l’Italia, spostandosi verso l’alta Albania e le coste montenegrine, dove andrà gradualmente a colmarsi, posizionandosi fra il Montenegro, il nord dell’Albania, la Macedonia e il settore più occidentale della Bulgaria.

Qui, progredendo verso i Balcani, il sistema depressionario, ancora carico di sufficienti quantitativi di umidità nei medi e bassi strati, comincerà ad interagire con lo strato di aria fredda, polare marittima, che in questi ultimi giorni si è depositato sopra i bassopiani dell’Europa orientale, fra Polonia, Ucraina e nord della Romania, dove si registrano temperature negative nei pressi del suolo. La presenza di questo piccolo “cuscinetto freddo al suolo” farà in modo che in caso di precipitazioni, queste potranno assumere prevalente carattere nevoso fino a quote prossime la pianura, pur in presenza di temperature di poco superiori ai +0°C.

Neve Ucraina

Per questo, fra la prossima nottata e la giornata di domani, le prime deboli nevicate, associate all’irrompere dei resti della “Warm Conveyor Belt” proveniente dal Mediterraneo centrale che interagisce con l’aria più fredda polare continentale presente in loco (“zero termico” sui 300 metri), potranno interessare il settore più meridionale della Polonia e l’estremo settore occidentale dell’Ucraina, dove la neve, in caso di precipitazioni più moderate, potrebbe scendere fino a quote prossime alla pianura, regalando le prime imbiancate di stagioni anche sui paesi dell’est Europa.

@Meteoweb