Italia meta del freddo: neve a bassa quota dal prossimo fine settimana?

Inizio settimana: durante i primi giorni della settimana entrante continueranno ad esserci, sulla nostra penisola, condizioni meteo climatiche governate da venti e sistemi nuvolosi provenienti dall’Oceano Atlantico. Domani avremo un vivace peggioramento sul Nord Italia, con piogge e neve su Alpi. Poi pioverà sulle tirreniche e in Sardegna e su queste regioni avremo tempo incerto anche martedì. Andrà meglio sulle Adriatiche e sulle coste ioniche, dove non mancheranno ampi spazi soleggiati.

Primi accenni di freddo: l’affermazione di un blocco d’aria gelida sull’Europa centro settentrionale dovrebbe facilitare la progressiva introduzione dei primi refoli freddi già nella giornata di martedì 12. Le temperature caleranno e con esse anche la quota neve, difatti le precipitazioni potranno assumere carattere nevoso anche sull’Appennino centro settentrionale attorno a 1200-1300 metri.

Ondata artica tra una settimana: sembra sempre più probabile un’intensa ondata di freddo, inizialmente di matrice artica, nel prossimo fine settimana. Definire i dettagli fin da ora non è facile, i modelli appaiono sostanzialmente concordi nell’indicare l’Italia come uno degli obbiettivi ma appaiono in disaccordo nell’esatta traiettoria percorsa dal freddo. Le precipitazioni che potrebbero subentrare andrebbero ad assumere carattere nevoso a bassa o bassissima quota, anche nelle regioni centro meridionali e insulari.

Prospettive invernali durature: non solo il fine settimana dunque; da quanto previsto dal modello matematico ECMWF, pare che il freddo possa durare anche nei giorni seguenti. Nella giornata di martedì 19, addirittura, prevede sul Molise una temperatura di -12°C a circa 1500 metri di quota.

Sarebbe un deciso balzo nell’inverno dopo le giornate primaverili degli ultimi giorni…e chissà che non sia l’alba per il vero inverno!

05.02.2012_03

MeteoinMolise