Irruzione artica a fine mese?

Cambio di marcia autunnale. La depressione nord-atlantica, che ha colpito il Nord e parte del Centro, ha innescato una svolta autunnale importante. Le temperature sono scese ulteriormente, portandosi su valori inferiori alla media del periodo. È arrivata la prima neve importante sotto i 2.000 metri sulle Alpi. Possiamo dire che stiamo vivendo la prima vera irruzione fredda della stagione. Oggi la depressione scenderà verso il Centro-Sud, causando piogge e temporali e un notevole calo termico.

Irruzione artica a fine mese
Giungono conferme dai principali Centri di calcolo internazionali riguardo l’irruzione artica di cui abbiamo scritto ieri. Come possiamo vedere chiaramente dalla Multimodel a 500 hPa, un imponente blocco altopressorio posizionato tra le isole britanniche e la penisola scandinava favorirà lo scivolamento verso sud-ovest di un nucleo di aria fredda in grado di attraversare l’Europa centrale e di gettarsi sull’Italia.

immagine 1 articolo 40105

Conseguenze per l’Italia
Aria molto fredda per la stagione colpirà gli stati centrali del vecchio continente, scatenando un primo assaggio invernale. L’Italia verrà raggiunta dai venti freddi in quanto il nucleo artico in quota si collocherà sul nostro Settentrione. Le temperature crolleranno su valori inusuali per il periodo. Per ora è difficile capire con precisione le conseguenze meteo al suolo, anche se sembra che saranno le regioni centro-meridionali le più colpite. Sarà opportuno ritornare su tale questione nei prossimi appuntamenti.

@MTG