Inverno ed auto, curiosità sulla manutenzione

Novità
antonio 31 Dicembre 2018
visibility291 Visualizzazioni

Manutenzione dell’auto, come farla in inverno?

Durante la stagione invernale, le vetture devono essere controllare più frequentemente. La riduzione delle temperature, e la presenza di un fondo stradale non sempre nelle migliori condizioni, possono portare le vetture incontro a potenziali problemi che non esistono nelle altre stagione dell’anno. Per stilare una lista delle parti da verificare con maggiore attenzione, abbiamo chiesto l’aiuto degli esperti di Oponeo, uno dei maggiori portali italiani dove acquistare pneumatici di ogni sorta (il sito internet, si può trovare a questo indirizzo: https://www.oponeo.it/).
Qui di seguito, è possibile trovare cinque consigli base per eseguire una buona manutenzione fai da te alla propria vettura.

1. Verificare i freni nel periodo invernale
L’impianto frenante, è senza ombra di dubbio il sistema di sicurezza più importante da includere durante la manutenzione della propria vettura. Il suo compito, che è quello di ridurre la velocità o arrestare il movimento del mezzo, può evitare incidenti ed eventuali collisioni con altri mezzi. Accorgersi in ritardo che i propri freni non funzionano al massimo, può risultare tardi nel caso di una frenata brusca. Per accertarsi che tutto sia nelle migliori condizioni, è bene verificare che il livello dell’olio sia idoneo alle raccomandazioni della casa che ha prodotto la propria automobile. Se ci si accorge che il liquido è sotto al livello raccomandato, è bene acquistare dell’olio di buona qualità e quindi fare un’aggiunta. Se la cosa si ripete molto frequentemente, può essere che ci sia una perdita.

2. Lubrificanti del motore in inverno
Il motore delle automobili, è la parte che ha il compito di far muovere le ruote di ogni automobile. I meccanismi al suo interno, per funzionare nel migliore dei modi, necessitano di olio per non creare degli attriti. Attriti, che con l’andare del tempo possono portare al deterioramento di parti del motore o di tutto l’apparato stesso. Se non ci si accorge che l’olio presente all’interno del motore è poco o addirittura mancante, si può incappare in una rottura totale del motore. Fatto, che può portare il proprietario del mezzo incontro a un salato intervento da parte del proprio meccanico. Per evitare questa tipologia di problemi, è bene controllare almeno ogni 20/30.000 km il livello dell’olio. È bene ricordare, che acquistare olio economico non sempre è un buon affare, proprio per il ruolo che questo unguento comporta nel corretto funzionamento delle automobili.

3. Ammortizzatori nella fase fredda
Gli ammortizzatori, sono la parte delle vetture che ha il compito di mantenere il controllo della vettura quando è in movimento. Inoltre, quando la macchina si trova a percorrere una strada accidentata o ad incappare in delle buche, il loro compito è anche quello di mantenere il corpo della macchina il più “incollato” al fondo stradale. Un incremento della instabilità durante la guida, di rumore durante le curve o delle manovre per parcheggiare sono i primi sintomi che possono far comprendere il pessimo stato degli ammortizzatori. In ogni caso, una volta superati i 50.000 Km, è bene recarsi presso la propria carrozzeria di fiducia per una verifica dello stato di salute degli ammortizzatori.

4. Pneumatici in inverno e non solo
I pneumatici sono la parte che congiunge il corpo della macchina con il fondo della strada, quindi sono da considerarsi una delle parti più importanti in assoluto. Per chi è intenzionato a guidare nelle migliori condizioni possibili, è bene che si appresti a verificare almeno tre o quattro volte l’anno i propri pneumatici. Oltre a verificare che lo stato di usura sia entro i limiti consentiti, è bene anche verificare che la pressione all’interno dei pneumatici sia conforme a quella indicata sul libretto della propria automobile.
Una pressione non conforme a quella indicata, può portare a problematiche legate alla stabilità della propria vettura e all’incremento dei costi necessari al funzionamento della vettura. Inoltre, una minore pressione nei pneumatici porta questi ultimi a consumarsi in maniera più veloce.

5. Ruota di scorta e kit di primo soccorso indipendentemente dalla stagione: inverno o estate
Anche se questi due “accessori” presenti in molte automobili sono poco tenuti in considerazione, sono fondamentali per risolvere molte situazioni poco piacevoli. Quando si avrà necessità di utilizzarli, è bene che siano in perfette condizioni. La ruota di scorta, visto che è utilizzata molto poco, spesso può capitare che non abbia una giusta pressione. Mentre, il kit di primo soccorso, può avere dei prodotti scaduti o che con il passare del tempo si son deteriorati. Almeno una volta all’anno, è opportuno verificare che questi “accessori” siano in perfette condizioni.

Tag: