gram24: il resoconto sul raduno di Celano

Nella giornata di ieri 23 gennaio 2016, i rappresentanti dell’associazione MeteoinMolise si sono recati a Celano (AQ) in occasione del gram24, il grande raduno delle associazioni meteorologiche.

1917632_10208195220061141_7913271222552620118_n

Nella cornice del ristorante Guerrinuccio, circondati da un’estesa galaverna, si sono radunate le associazioni Abruzzo Meteo, AQ Caput Frigoris, Edmondo Bernacca Onlus, Faceweather, Meteo Aquilano, Meteoreport, MeteoInMolise e Nowcasting adriatico, al fine di discutere di importanti temi riguardanti le associazioni meteorologiche.

Il tema affrontato dall’Associazione MeteoinMolise riguardava “L’ondata di freddo che ha colpito il Molise ed i paesi limitrofi il 17 e 18 gennaio 2016“.

presentazione

Al termine del pranzo, in cui sono state fatte ottime conoscenze e stretti importanti rapporti, le associazioni presenti hanno firmato la Carta di Celano, una dichiarazione di intenti tra associazioni meteorologiche che si impegnano alla promozione ed alla e diffusione della cultura meteorologica in maniera scientificamente corretta.

I punti della Carta di Celano sono i seguenti:

  • Sviluppare attività e progetti concreti finalizzati alla diffusione della cultura meteorologica, al monitoraggio del tempo e alla previsione atmosferica;
  • Ideare, sostenere e promuovere siti web di informazione meteorologica, forum tematici, percorsi formativi, convegni, conferenze ed attività ricreative;
  • Attivare collaborazioni e sinergie con altre realtà associative ed editoriali per fare massa critica e raggiungere gli obiettivi con maggiore efficacia;
  • Prendere le distanze dalla disinformazione e dai sensazionalismi di una parte dell’informazione meteorologica che sono finalizzati al mero raggiungimento di scopi commerciali ed in contrasto con le finalità della Carta di Celano;
  • Costituire e regolamentare un Consiglio delle Associazioni ed un Comitato di Vigilanza che provvedano alla duplice finalità di: monitorare le pubblicazioni degli organi di stampa e dei media in senso lato attivandosi per segnalare a chi di dovere, oltreché pubblicamente, i casi di disinformazione meteorologica, climatica e geografica; garantire l’osservanza dei punti di cui sopra dalla parte delle Realtà sottoscriventi.

Convinti che questo sia stato solo il primo di una lunga serie di raduni, speriamo che tutte le cose dette si verifichino in tempi brevi, per il bene delle associazioni e, soprattutto, della scienza meteorologica.

Vi lasciamo con qualche foto ed i video degli interventi effettuati dal nostro presidente Gianfranco Spensieri.

MeteoinMolise