Gli inverni rigidissimi che iniziarono a Novembre!

Nella lunga cronologia degli inverni più lunghi e rigidi che negli ultimi secoli sono cominciati nel mese di Novembre , rientrano anche alcuni inverni leggendari, come vedremo in seguito, tuttavia è molto difficile, in ambito europeo, avere una stagione invernale rigida per 3 o 4 mesi consecutivi.

La presenza della mite Corrente del Golfo e delle Correnti Occidentali atlantiche riescono spesso ad impedire ai blocchi anticiclonici delle Azzorre di stabilirsi a lungo verso nord, ed all’Anticiclone Russo di espandersi verso ovest per alcuni mesi consecutivi.

Tuttavia, abbiamo taluni riscontri di stagioni invernali particolari, che, per le loro caratteristiche, sono entrate nella storia popolare e negli scritti dell’epoca.

Si comincia con l’inverno famosissimo  1268-69, quando il grande gelo iniziò proprio a Novembre, per esaurirsi il 02 Febbraio; in quell’occasione anche la città di Firenze vide la neve al suolo per alcuni mesi consecutivi (ne caddero 60 cm in una sola grande nevicata!).

Il celebre inverno quattrocentesco del 1431-32 vide tutti i fiumi tedeschi congelare dal 20 Novembre fino al 04 Marzo; in Italia gelò completamente ed a lungo la Laguna Veneta, tanto che poteva sostenere il peso dei carri che giungevano per rifornire di viveri la città.

Il fiume Po gelò per due mesi consecutivi in Pianura Padana.

Pochi anni dopo giunse l’inverno del 1433-34, che vide il grande gelo cominciare proprio a Novembre, per Santa Caterina (25 Novembre) e durò fino al 14 Febbraio;  il Tamigi gelò completamente a Londra.

Inverno 1693-94; fu annunciato da una grande ondata di freddo tra la fine di Ottobre e Novembre.

Il 27 Ottobre caddero 15 cm di neve a Parigi; il resto dell’inverno fu rigidissimo, con il Lago di Costanza che poteva essere attraversato in carrozza.

Uno dei più celebri inverni del Settecento fu quello 1715-16, quando il grande gelo iniziò proprio alla fine di Novembre, e durò sulle Isole Britanniche sette settimane, fino al 09 Febbraio.

Anche in questo caso il Tamigi si trasformò in un solido blocco di ghiaccio.

In Piemonte, tra Novembre ed Aprile, nevicò per ben 37 volte!

Altro inverno rigidissimo quello del 1739-40, quando il freddo perdurò per tre mesi consecutivi in tutta Europa, e che fu caratterizzato da freddo precoce già nel mese di Ottobre, con uva raccolta gelata in Francia solamente a Novembre.

Nel terribile Inverno del 1784-85, la prima neve cadde al suolo in Inghilterra il 07 Ottobre, e l’ultima il 02 Aprile, portando la stagione invernale più lunga di sempre, di ben 177 giorni.

A Berna, in Svizzera, la neve al suolo rimase per ben 150 giorni, mentre Basilea ebbe il suo mese di Marzo più rigido di sempre, ben 8°C al di sotto della norma mensile!

1A

In un altro dei più gelidi inverni che si ricordino, già al 25 Novembre del 1788 la temperatura a Londra precipitò ad un valore di -23,8°C.

Il massimo del freddo, in Italia ed Europa, si toccò comunque tra la fine di Dicembre ed i primi giorni di Gennaio, quando si gelò completamente la Laguna Veneta, cadde la neve a Roma per quattro giorni consecutivi, e si tenne una grande “Fiera del Ghiaccio” sopra il Tamigi congelato a Londra.

La Laguna Veneta congelò dal 30 Dicembre per 18 giorni consecutivi.

A Parigi il termometro scese a -21°C.

Il più rigido inverno del XIX Secolo, quello del 1829-30, venne preannunciato dalla caduta di neve precoce in Inghilterra già al 7 di Ottobre, e da una grossa nevicata sulle Isole Britanniche il 25 Novembre.

L’inverno 1828-29 è considerato il più freddo degli ultimi due secoli in Italia, almeno dai dati termometrici delle pochissime stazioni meteorologiche presenti all’epoca, risultando circa -4,6°C al di sotto della norma attuale.

A Bologna, le ripetute nevicate intervenute tra Novembre e Febbraio, portarono ad un manto bianco al suolo di circa due metri.

Gelò completamente il Lago di Costanza, in Svizzera, per la prima volta dal 1740.

Nell’inverno 1835-36 la neve imbiancò Bologna e Parma già al 09 di Novembre.

Tale inverno risultò il terzo più freddo di sempre in Italia, -3,3°C rispetto alla norma, valore identico a quello del famoso 1929.

A Gennaio la temperatura crollò a Mosca fino a -43,9°C.

Famoso per la sua rigidezza fu anche l’Inverno 1890-91, quando gelarono i Laghi Svizzeri: il freddo in Inghilterra iniziò il 25 Novembre, per terminare solo il 02 Febbraio.

A San Marino, l’08 Gennaio, la neve era alta due metri, dopo le abbondanti nevicate intercorse tra Dicembre ed i primi giorni del 1891.

Si è detto di inverni rigidissimi ed iniziati precocemente, ma questa non è una regola fissa.

Ricordiamo che i 4  inverni più rigidi, in Italia, del XX Secolo (1928-29, 1955-56, 1962-63 e 1984-85), furono caratterizzati da un inizio della stagione invernale molto mite, con correnti atlantiche piovose e miti, almeno fino al periodo natalizio!

E questo accadde anche nell’Inverno più rigido degli ultimi 300 anni in Europa, quello del 1708-09 (in particolare il mese di Gennaio), caratterizzato, anche in questo caso, da un inizio di inverno anonimo e piovoso.

2A

@Mtg