Freddo e Neve di primavera

Freddo e nevicate di primavera tornano ad imbiancare la Mongolia, aria molto fredda scivola dalla Siberia orientale

Dopo il caldo, davvero intenso, delle scorse settimane, una tardiva ondata di freddo in discesa dalla Repubblica di Jacuzia ha colpito la Mongolia, facendo piombare le temperature su valori anche sotto i +0°C e riportando persino la neve fino a bassa quota su diverse aree del paese asiatico. Questo blocco di aria fredda, d’estrazione polare continentale, è scivolato lungo il bordo più orientale di un promontorio anticiclonico di blocco posizionato sulla Siberia centro-orientale, con massimi barici di oltre 1030 hpa sulla regione del Bajkal. Il flusso freddo, in discesa dalla gelida Jacuzia (ancora per gran parte innevata), aggirando il bordo più orientale di questo promontorio anticiclonico in azione sulla Siberia centro-orientale, si è tuffato dapprima verso la Manciuria, per poi penetrare all’interno della Mongolia sotto forma di una sostenuta e fredda ventilazione da N-NE, NE ed E-NE, che spira con raffiche capaci di toccare anche i 50-60 km/h.

Questo afflusso freddo dalla Siberia orientale si accompagna anche a delle anomalie della tropopausa dinamica in quota, indotte dalla componente meridiana del “getto polare”. La presenza di queste anomalie della tropopausa in quota stanno anche destabilizzando la colonna d’aria, favorendo lo sviluppo di annuvolamenti che danno luogo a piogge e persino a nevicate fino a bassissima quota. In queste ore una intensa nevicata sta colpendo la cittadina di Dalanzadgad, nel sud della Mongolia, mentre fioccate, accompagnate da una fredda ventilazione da NE e E-NE, stanno interessando altre aree del paese asiatico, come Tsogt-Ovoo. Considerevole il calo termico che fa seguito all’avvezione fredda polare continentale. Attualmente segnaliamo i -4°C ai 1662 metri di Hujirt e i -3°C di Altai. Nella capitale mongola Ulan Bator, a circa 1330 metri, vengono segnalati appena +1°C. Il freddo dovrebbe intensificarsi ulteriormente domani, tanto che in oltre 1/3 del territorio mongolo si potranno registrare gelate diffuse, e non solo sulle zone montuose.

Fonte: Meteoweb