Febbraio è il mese ribelle per natura. Gelo e neve? Mite? Normale?

Lo scorso fine settimana tormente di neve hanno interessato il Molise e varie località del Centro Sud dell’Italia, mentre chi abita al Nord Italia ha vissuto l’arrivo dell’annunciato freddo con un bizzarro cambiamento meteo: il Föhn, feun in piemontese. Qui la temperatura è salita e c’era un sole fantastico.

Qualche giorno dopo il freddo è giunto anche in Val Padana dove la notte si va tranquillamente sotto zero di vari gradi, e di giorno, con il sole, si sale appena sopra zero. L’Inverno ormai si sente anche in Val Padana, ma non c’è la neve, così come neppure su molte zone prealpine e dell’Appennino Ligure.

Siamo a due passi da Febbraio, mese capace di portare il gelo russo dalle nostre parti, congelare i fiumi. L’ultimo evento accadde nel Febbraio 2012.

Quest’anno vi sono le condizioni perché possa esservi un’ondata di gelo imponente anche in Italia, con neve e ghiaccio. Un evento meteo che per l’Italia è storico, per altri Paesi d’Europa alla nostra latitudine è un normale gelo invernale.

In Italia per qualche giorno avremo l’anticiclone europeo. Un ambiguo fenomeno atmosferico che accentua il rischio di gelo anche in Italia, specie quando questo sta dietro l’angolo. In situazioni come quella di quest’anno, gli anticicloni europei, non raramente e d’improvviso, hanno aperto la porta al gelo russo.

Viviamo un Inverno che ha le potenzialità per diventare freddo e nevoso, ma nessuno può dirvi se succederà.

Non ci vogliamo far ingannare da chi annuncia l’Alta Pressione senza fine, questo poteva accadere a Dicembre, ma a Febbraio no.

Febbraio è un mese che “sconquassa l’atmsfera”. Ma dirvi come sarà Febbraio in Italia è come giocare un terno al lotto. Possiamo solo affermare che siamo quasi alla fine di Gennaio, a metà Inverno, e che statisticamente ci attende il periodo più freddo dell’anno.