El Niño promette ondate di caldo anche in autunno

Il previsto suo rafforzamento a fine estate favorirà maggiori incursioni dell'”africano” sulla penisola anche in autunno

Dalla fine di giugno a inizio luglio 2015 la temperatura delle acque superficiali del Pacifico equatoriale (SST = Sea Surface Temperature) era ad un livello di ENSO (El Niño Southern Oscillation) moderato (SST >1) come testimoniato, oltre che dalla SST, anche da un indebolimento degli Alesi orientali  e da un  eccesso di precipitazioni nel settore centro-orientale Pacifico tropicale.  L’indice sintetizza tutte 3 queste variabili è il MEI (Multivariate ENSO Index). Valori MEI > 1 indicano Niño moderato; valori MEI >1.5 indicano Niño forte.

Ebbene per i prossimi mesi tutti i modelli di previsione (una ventina!) indicano ENSO condizioni di El Niño moderato nel corso di giugno-agosto 2015 la stagione per poi rafforzarsi ulteriormente tra l’estate e l’autunno su valori MEI > 1.5 (forte) e tale restare fino agli inizi 2016.

Ma con un indice MEI che diviene forte alla fine dell’estate, l’area mediterranea tende a divenire più calda della norma in autunno.

Il motivo di tale riscaldamento è una maggiore presenza dell’anticiclone Nord africano sulla penisola, come del resto indicato dall’alto coefficiente di regressione positivo sull’Italia tra Il MEI e l’altezza della 500 hPa.

Insomma il Niño promette roventi ondate di caldo anche nel prossimo autunno!!

Fonte: MeteoGiuliacci