El Nino porterà ad un inverno rigidissimo in Europa?

In primo piano Clima
Gianfranco 12 Settembre 2015
visibility1098 Visualizzazioni

Le previsioni a questo punto si fanno decisamente contrastanti, in quanto i modelli deterministici a lunghissima scadenza (per quanto abbiano valore in previsioni a così grande distanza) annunciano un inverno molto mite, a causa dell’arrivo del Nino, il riscaldamento anomalo delle acque equatoriali dell’Oceano Pacifico.

Invece il Meteoffice britannico si azzarda nella previsione opposta, ovverosia quella di un inverno rigidissimo proprio a causa del medesimo fenomeno!

Questa previsione è nata da un team di ricercatori australiani, che, la scorsa settimana, ha annunciato l’arrivo di “feroci” tempeste di neve e di gelo sulle Isole Britanniche, per il prossimo inverno, fatto che potrebbe addirittura comprometterne le scorte alimentari.

Successivamente, il Meteoffice britannico ha confermato il fatto che “esiste un segnale forte” che possa verificarsi un evento del genere.

I grandi eventi del Nino, come nel 1983 o nel 1998, possono indebolire la Corrente a Getto, e questo può portare a configurazioni di blocco anticiclonico invernale in grado di provocare i gelidi inverni sulle Isole Britanniche, ed anche in Europa.

Un simile evento si è verificato nel Dicembre 2010, quando, in concomitanza col Nino, si è verificato il Dicembre più freddo degli ultimi 120 anni sulla Gran Bretagna, ed il secondo più freddo dal 17° Secolo.

Nell’ immagine l’area a sud di Londra completamente innevata il 19 Dicembre 2010, tratta da Daily Mail.

londt

In realtà un Nino forte provoca danni a non finire sulle zone direttamente interessate da esso, ad esempio in Perù, dove compromette l’industria del pesce, o zone dell’Australia che saranno colpite da pesanti siccità.

Resta comunque questa importante dicotomia tra le previsioni modellistiche e quelle dei due centri (australiano e britannico), che annunciano inverni di carattere opposto sull’Europa.

Tutto dipenderà da come si svilupperà El Nino 2015: se prevarrà la versione “modoki”, con massimo riscaldamento nella zona centro occidentale, come accaduto nel 2010, la previsione di un inverno terribile in Europa Occidentale potrebbe essere veritiera.

Se invece prevarrà il riscaldamento della zona centro orientale, come avviene normalmente, sarà difficile che l’Inverno europeo 2015-16 possa essere freddo…..!

@Freddofili