effetto serra

Effetto serra: quale processo conduce a tale fenomeno?

EFFETTO SERRA: UN FENOMENO NATURALE

Senza il fenomeno naturale dell’effetto serra la vita sul nostro pianeta non sarebbe possibile. In una serra la luce del Sole può penetrare pressochè indisturbata e provvedere al riscaldamento. Le ondate di calore prodotte, però, non possono sprigionarsi liberamente, poichè la struttura della serra stessa le trattiene.

In questo modo il calore viene conservato. La stessa cosa succede nell’atmosfera che ci circonda. Essa si compone di diversi gas: 78% di azoto, 21% di ossigeno, 0.9% di argo e 0.04% di anidride carbonica e tracce di altri gas. Il 50% dei raggi solari giunge direttamente sulla superficie terrestre, che così viene riscaldata.

La Terra surriscaldata, di rimando, irradia calore. Questo calore però, proprio come in una serra, viene rimesso nello spazio attraverso l’atmosfera non senza conseguenze ed è trattenuto. Di questo si occupano principalmente il vapore acqueo e l’anidride carbonica, che assorbono il calore e lo restituiscono alla Terra.

Al momento attuale la temperatura media sulla Terra si aggira intorno ai 15 °C. Senza l’effetto serra la temperatura sarebbe sempre di 15 °C, tuttavia con altre alterazioni anche al di sotto dello zero. Negli ultimi decenni l’uomo ha provocato l’aggravamento dell’effetto serra.

Le industrie, il traffico e l’agricoltura hanno portato all’aumento dei gas di serra. Questi gas rendono più difficile il rilascio di calore nello spazio e rimandano una parte di esso verso la Terra. Maggiore è la quantità di questi tipi di gas, come l’anidride carbonica o il metano, maggiore è il calore che rimane in circolo tra la Terra e l’atmosfera. La conseguenza è un lento, ma continuo riscaldamento del nostro pianeta.