Della burrasca del fine settimana in Italia ne parlano anche i “colleghi americani”

Un’irruzione fredda sulla Penisola Iberica ha causato la formazione di un Ciclone mediterraneo che traslando verso est si rafforzerà ulteriormente. Le inondazioni minacciano soprattutto l’Italia settentrionale, mentre forti temporali dovrebbero colpire l’Italia centrale. Venti di burrasca spazzeranno i settori meridionali agitando pericolosamente i mari.

Il primo step di pioggia ha raggiunto le regioni nord/occidentali nella giornata di ieri (sabato).

Il secondo step si realizzerà nella giornata odierna (domenica), soprattutto nell’Italia centro-nord. Ci saranno diffusi accumuli di 50-100 mm con punte localmente superiori in particolare lungo le pendici meridionali delle Alpi. Qui gli accumuli di neve potrebbero superare 1 metro.

Nelle regioni centrali si abbatteranno temporali, violenti, con forti raffiche di vento e grandine. Vento che soffierà con raffiche di burrasca soprattutto su Ionio e Adriatico.