colpi di calore

Colpi di calore: vi proponiamo alcuni accorgimenti per evitarli

COLPI DI CALORE: ALCUNI CONSIGLI PER EVITARLI

Quasi tutta la prima decade di agosto sarà caratterizzata da temperature superiori alla media del periodo in tutta la nostra regione, con picchi di temperatura particolarmente elevati. Resta molto alta l’allerta per ondate di calore, con rischi per la salute dovuti alle condizioni di disagio climatico.

Massima attenzione va rivolta a tutti gli anziani di età superiore a 75 anni, malati cronici, bambini piccoli (0-4 anni) e donne in gravidanza.

Che cos’è il colpo di calore? Il colpo di calore è causato da un repentino incremento della temperatura corporea. La cute diventa calda e disidratata, la sudorazione si arresta e la temperatura corporea sale notevolmente. Il colpo di calore può essere determinato dalla combinazione di incrementata produzione e ridotta dispersione di calore.

Il colpo di calore si verifica tipicamente durante le ondate di calore estive e colpisce soprattutto anziani, bambini molto piccoli e soggetti sedentari o non autosufficienti. Sono vulnerabili anche le persone ipertese e affette da malattie cardiovascolari e respiratorie croniche, neurologiche, insufficienza renale cronica e disturbi dell’equilibrio elettrolitico.

SINTOMI DEI COLPI DI CALORE

Alcuni sintomi sono preceduti da segnali di allarme come nausea, confusione, annebbiamento della vista, senso di debolezza, tachicardia e ronzii alle orecchie.

I sintomi e segni più comuni sono: astenia, crampi muscolari, disidratazione, disorientamento temporale e spaziale, ipotensione, mal di testa, sete intensa, sonnolenza, sudorazione.

Durante un colpo di calore la temperatura interna può raggiungere i 40-42°C, sottoponendo l’intero organismo ad uno stress notevole. Se non si interviene in tempo le conseguenze possono essere molto gravi e addirittura fatali.

In caso di colpo di calore è importante la tempestività con la quale si procede al raffreddamento corporeo. L’applicazione di ghiaccio e l’immersione completa del corpo in acqua fredda sono tra gli interventi più semplici ed efficaci per aiutare chi viene colpito da un colpo di calore.

PREVENZIONE

Per prevenire il rischio dei colpi di calore è necessario adottare semplici accorgimenti: non esporsi al sole nelle ore più calde del giorno, evitare pasti eccessivamente abbondanti e mantenersi ben idratati evitando le bevande alcoliche. Inoltre è importante tenere sotto controllo i livelli di umidità. Molti colpi di calore avvengono infatti in condizioni di temperatura non eccessiva, ma con tassi di umidità superiori al 90%.