Cambiamenti climatici: cosa accadrà quando la neve smetterà di cadere?

Secondo un recente studio, i cambiamenti climatici potrebbero compromettere 97 bacini idrografici, che forniscono acqua a due miliardi di persone nel mondo

I cambiamenti climatici stanno cambiando le sorti del mondo. Ad oggi, il riscaldamento potrebbe rendere complicato la possibilità di avere a propria disposizione l’acqua. Il global warming potrebbe compromettere 97 bacini idrografici. Perchè è così importante?

Questi bacini forniscono acqua a due miliardi di persone nel mondo. Il loro rifornimento è dato dalle nevi invernali, che scarseggiando mettono a rischio la loro esistenza. I ricercatori della Columbia University, che hanno lanciato l’allarme, sottolineano che la neve è un’importante fonte stagionale che permette l’irrigazione dei campi in primavera e fornisce acqua a miliardi di persone. Il rischio varia da regione a regione, infatti Justin Mankin, autore della ricerca, spiega che “Le conseguenze della riduzione dei manti nevosi non sono uguali dappertutto, variano anche in base a dove e quando le persone hanno bisogno d’acqua”.

Soltanto 32, dei 97 bacini a rischio, subiranno conseguenze disastrose visto che lo scioglimento delle nevi è elemento essenziale per queste fonti d’acqua. Le aree interessate dal rischio, riguardano i territori della California, del Messico, del Marocco, del Caucaso e, infine: Portogallo, Spagna, Francia meridionale, Italia orientale e Balcani.

@Meteoweb