Anticiclone sin verso il periodo natalizio, poi…

Ancora l’anticiclone protagonista del palcoscenico atmosferico europeo, un cambiamento forse entro la settimana natalizia ma abbiamo bisogno ancora di ulteriori conferme.

Per adesso la partita del tempo sembra essere ancora in mano all’anticiclone che nei prossimi giorni andrà consolidandosi nuovamente sul bacino del Mediterraneo. Tale evoluzione è messa in evidenza da ambo i centri di calcolo europeo ed americano, i quali mettono in risalto per tutta la seconda decade dicembrina, una situazione di stallo, con intense depressioni che tornerebbero a sferzare i settori settentrionali dell’oceano Atlantico e l’Europa settentrionale, alle latitudini più basse continueremo invece a sperimentare condizioni persistenti di alta pressione, accompagnate da temperature ancora molto miti.

In questo scenario previsionale sarebbero poche le novità attese sull’Italia; il tempo atmosferico continuerebbe ad essere governato dalla presenza quasi oppressiva delle nebbie sulla Valpadana, nubi basse e cieli uggiosi lungo le coste del medio ed alto Tirreno. Contesto termico che risulterebbe mite su Alpi, Appennino e lungo le coste, freddo umido nelle situazioni nebbiose della Valpadana, cronica assenza di neve anche ad alta quota lungo l’arco alpino ed appenninico, generale stop precipitativo.

L’evoluzione successiva, spingendo pertanto il nostro sguardo alla terza ed ultima decade dicembrina, potrebbe riservare qualche cambiamento in grado quantomeno di portare qualche perturbazione sin verso le latitudini mediterranee. Sui settori occidentali europei (Penisola Iberica) l’oppressione anticiclonica continuerebbe a svolgere un ruolo da protagonista, una “caduta” parziale della corrente a getto si manifesterebbe invece sul centro-est Europa, con la possibilità d’avere qualche veloce impulso perturbato in transito anche sul nostro Paese ma con effetti che potrebbero essere più evidenti sul tempo delle regioni centrali e meridionali.

Trattasi soltanto di congetture bisognose di ulteriori conferme nei giorni a venire, nel frattempo buon anticiclone a tutti. 

Seguite gli aggiornamenti. 

Fonte: Meteolive