Allerta meteo: IT-Alert, nuova piattaforma Protezione Civile

Novità
paolo 30 Novembre 2019
visibility337 Visualizzazioni

Allerta meteo, sms in caso di calamità. Il 5 dicembre verrà presentato IT-Alert, nuova piattaforma del Dipartimento di Protezione Civile per informare i cittadini dei vari pericoli

C’è un nuovo modo di comunicare un’eventuale allerta meteo, si chiama IT-Alert ed è la nuova piattaforma in fase di sviluppo da parte del Dipartimento di Protezione Civile. Verrà presentata il 5 dicembre alla prossima sessione di “Technology for All 2019” e sarà pienamente operativa a partire da luglio 2020.

Terremoto? Frana? Alluvione? Evento meteo estremo? La nuova piattaforma informerà chi si troverà nelle vicinanze dell’imminente pericolo fornendo anche indicazioni sulle procedure di emergenza e soccorso.

Il nuovo sistema IT-Alert consentirà di agganciare i cellulari presenti nella zona interessata dall’emergenza e di inviare un sms d’allerta con relative indicazioni da seguire. Potrà essere attivato sia a livello centrale, sia dal singolo sindaco dell’area colpita. Sarà disponibile anche una app che, tramite geolocalizzazione, darà informazioni precise e personalizzate sugli eventuali rischi.

Contestualmente alla presentazione di IT-Alert ne avverranno anche altre:

  • geoportale dei Vigili del Fuoco per le emergenze;
  • nuovo satellite “Prisma”, sviluppato dall’Agenzia Spaziale Italiana, per monitorare i cambiamenti ambientali e la gestione delle risorse naturali;
  • piattaforma “Aware” di e-Geos per il controllo e la gestione di attività e infrastrutture critiche;
  • servizi geoinformativi di Planetek per il monitoraggio dell’evoluzione della superficie terrestre.

Arriva così un ulteriore aiuto alla popolazione in questo periodo di forti cambiamenti climatici che producono eventi sempre meno frequentemente ma che sono sempre più violenti (estremizzazione dei fenomeni).

Ricordiamo sempre, però, che a monte di tutto deve esserci una forte conoscenza e consapevolezza sia del territorio nel quale viviamo sia di quanto sta accadendo nel mondo ed in Italia (soprattutto nelle ultime settimane, con le numerose alluvioni e frane nel nord Italia) ed una sempre maggiore prevenzione. Solo così la tecnologia potrà venirci veramente in soccorso…

Tag: